Qualità, test su dieci marchi di pellet | Miglior Pellet
menu

Test sulla qualità del pellet

Il pellet d’oltralpe sono notoriamente di ottima qualità; riportiamo qui di seguito un’interessantissima ricerca di un istituto tedesco molto autorevole, che ha recentemente testato alcuni tra i marchi di pellet austriaco ed europeo in genere, tra i più noti. In particolare 10 marchi di pellet, in sacchi, con marchio DINplus.

La troppa cenere prodotta era la lamentela tipica dei clienti delusi dal pellet negli ultimi anni. Ad alcuni di essi aveva inficiato il funzionamento della caldaia a pellet, con tenaci scorie e sporcizie che bloccavano la camera di combustione; una profonda pulizia era allora la sola via d’uscita. I produttori di caldaie a pellet e i fornitori si rimbalzavano le responsabilità, e troppo spesso addirittura la colpa era del cliente che non aveva fatto qualcosa nella maniera idonea o nel momento migliore.

La produzione del pellet è in grande evoluzione

10 marche di pellet

Il test è finalizzato a mostrare come la quantità di cenere sia effettivamente legata alla qualità del pellet. Iniziamo a preoccuparci? Sono coinvolte dieci marche diverse di pellet austriaco e tedesco, per rilevare eventuali variazioni nella qualità dello stessa marca di pellet sono stati acquistati come campioni 4 sacchi da 15 Kg di combustibile in tre diversi punti vendita, a intervalli trimestrali. Non è stato considerato il pellet sfuso, rifornito per stoccaggio in silos.

Il punto di controllo più importante nel test riguarda le caratteristiche di combustione, che mostrano quanta energia verde il cliente ottiene dal pellet, “in soldoni”.

E’ stato controllato se il prodotto nei sacchi fosse costituito solo da trucioli di legno puri o se fossero presenti residui sospetti, come ad esempio corteccia o sabbia. Le conseguenze sarebbero alti livelli cenere o possibile inquinamento. Il risultato è stato incoraggiante: non è stata trovata alcuna. I campioni hanno soddisfatto agevolmente i requisiti minimi.

Nel test ci si è concentrati sui criteri di qualità dei DINplus, il noto programma di certificazione basato sui rigorosi standard austriaci e tedeschi.

Riscaldamento pulito, per davvero





Il pellet testato non solo rende più ecologico il riscaldamento, ma analizzati ulteriormente durante il test, hanno mostrato che nelle loro caratteristiche ambientali sono tutti molto buoni: metalli pesanti e altri inquinanti non sono stati trovati se non in tracce. Un elemento fondamentale per la combustione a basse emissioni è stato così soddisfatto.

L’importanza della stufa a pellet

Come poi il pellet brucia in realtà dipende dal buon funzionamento della caldaia e/o della stufa (vedere Test caldaia a pellet).

Troppa cenere è un segnale di scarsa qualità del pelletIl buon funzionamento consente alla piastra bruciatore di bruciare gli eventuali residui del pellet, che hanno bisogno di una buona scorta di ossigeno. Sporcizia varia e troppi piccoli frammenti di legno ossono interferire con un buon funzionamento. Nel peggiore dei casi, troppi residui potrebbero anche agevolare la formazione della scoria in camera di combustione.

Il test sulla qualità dei pellet si è conclusa quindi con il controllo della resistenza all’abrasione dei pellets e della loro lunghezza, se regolare e omogenea. L’uniformità della lunghezza potrebbe comunque deteriorarsi durante il trasporto al cliente o da parte del cliente stesso.

Internamente top, esternamente flop

Le migliori proprietà tecniche di riscaldamento nel test realizzato mette al primo posto 1Heiz pellets, al secondo posto il pellet Firestixx e il Celsico. I sacchi di pellet Westerwald hanno invece lasciato a desiderare.

Le più grandi differenze rilevate nel corso del test riguardano le dichiarazione nelle confezioni da parte dei produttori di pellet. Mentre alcuni marchi offrono informazioni esaustive, altri invece possono essere oggetto di critica.

Alcuni sacchi del pellet Celsico sono stati etichettati solo in danese. Su altri sacchi sono stati invece omesse o inserite in modo poco leggibile le informazioni sul produttore e/o sullo stabilimento di produzione, anno di produzione, numero di registrazione DIN CERTCO.

Questa informazioni sono molto utili perché possono dare un’indicazione della gestione della qualità da parte del fornitore e, in caso di una denuncia, sul ritracciamento. A questo proposito, molti produttori forniscono importanti e interessanti informazioni ulteriori sui loro siti web.

I clienti dovrebbero prestare attenzione sia ai prezzi che alla qualità:

Acquistare pellet con certificazione DINplus. I produttori devono effettuare controlli di test indipendenti, almeno sporadicamente, sugli gli impianti di produzione.

Alcuni consigli

Consegna. Scegliere i fornitori che utilizzano moderni veicoli speciali (con pesatura a bordo e con aspirazione per l’aria iniettata) e personale qualificato per il trasporto di pellet sfuso.

Presenza. Controllare personalmente che la fornitura sia del pellet migliore.

Ecco un risultato incoraggiante per gli operatori di caldaie a pellet, di stufe e per gli utilizzatori: tutte le marche di pellet testati hanno ottenuto buoni risultati.

I vincitori, i marchi che offrono il miglior pellet sono 1Heiz pellet (ad oggi purtroppo l’azienda produttrice è fallita), Firestixx, PowerPellets. I risultati positivi di tutte le marche di pellet testate sono un segno che la garanzia della qualità del fabbricante colpisce sempre di più.

Ecco l’articolo originale completo con approfondimenti.

9 comments

  1. Nino

    Dove comprare un pellett di qualità a Quarto Prov. di Napoli. Consigli di un rivendiutore.
    In attesa di un Vs. riscontro inviao distinti saluti N.D.

    Posted on 10/11/2015
  2. Alessandro

    Avete recensioni per il Pellet Celsico? Grazie molte

    Posted on 06/03/2016
    • admin

      Buongiorno Alessandro, al momento nn abbiamo provato pellet Celsico, appena possibile inseriremo almeno la scheda tecnica

      Posted on 07/03/2016
  3. Francesco

    Ciao sono Francesco volevo sapere avendo usato pellet nord flame che prodotti è e se ci sono rivenditori in campania e dove.grazie e se avete marche da consigliarmi

    Posted on 23/09/2016
  4. ALBERTO

    Buonasera,
    sono a chiedere delle recensioni del pellet che mi e’ stato offerto oggi.
    VAN ROJE

    Ringrazio in anticipo per la risposta.

    Saluti
    Alberto

    Posted on 19/10/2016
    • admin

      Buongiorno, ad oggi non abbiamo provato il prodotto. Lo faremo appena possibile, grazie per la segnalazione.

      Posted on 19/10/2016
  5. Alberto

    Salve, vorrei conoscere la tabella recante la quantità massima di metalli pesanti consentiti nel pellet.
    Grazie, Alberto

    Posted on 06/11/2016
  6. ALES

    recensioni su ecopowerpellets ?

    Posted on 09/01/2017
    • admin

      Buongiorno al momento non abbiamo avuto la possibilità di provarlo, ci da qualche info in più? Può scriverci a info@migliorpellet.com

      Posted on 09/01/2017

Rispondi a ALES Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Go to top
< PRECEDENTE

Enplus e Pellet Gold

Pellet Certificato I principali sistemi di certificazione/attestazione presenti in Italia sono ENplus e ...

Altro

SUCCESSIVO >

Marche, come scegliere

Pellet, quale scegliere Quale pellet scegliere? Esistono tante marche di pellet, ne sono ...

Altro